Traumatologia dello Sport: IL TAPE ELASTICO COLORATO ADESIVO E’ VERAMENTE EFFICACE?
Scritto da Compagnoni il 07 Lug 2014 - 10:43 1452

Che si chiami Kinesiotaping, Neurotaping, Kinesiology taping o tutti i nomi che in questi ultimi anni sono stati attribuiti ad un cerotto elastico adesivo colorato, inventato da Kenzo Kase con il nome originale di Kinesiotaping, la domanda che tanti pazienti mi rivolgono è sempre la stessa: è veramente efficace?

Essendo un grande utilizzatore di questa metodica (formazione alla scuola americana) e consapevole che negli anni è stato creato un vero business sulla vendita di questo cerotto (si stimano decine di milioni di rotoli venduti in un anno in tutto il mondo), devo ammettere che negli ultimi tempi si è visto un utilizzo piuttosto “folkloristico” di questa metodica, che per essere veramente efficace, abbisogna di competenza e precisione di applicazione. Applicare un cerotto colorato sulla pelle non è sufficiente per considerarlo terapeutico. Solo chi ha una formazione adeguata può riconoscere e fornire un’applicazione corretta ed efficace. A parte l’impatto estetico più o meno bello a seconda dei colori utilizzati e della moda del momento, la tecnica resta uno dei migliori supporti adesivi in tutti i casi di patologie muscolari, articolari  sia acute che croniche. Avvertenze per l’uso: il “fai da te” è decisamente sconsigliato per evitare spiacevoli danni, anche permanenti, sulla cute.

L’evoluzione dei materiali e delle tecniche stanno facendo evolvere questo metodo, rendendolo sempre di più specialistico.

©2014 Compagnoni Paolo - Massofisioterapista - via E. Fermi, 28 - Gussago - (BS) • Cod. Fisc. CMPPLA64M06B157K - P.IVA 03265120174
É vietata qualsiasi riproduzione previa autorizzazione scritta, ogni violazione verrá perseguita legalmente secondo i termini prescritti dalla vigente legge italiana.
webdesign: WebService